FOSFONATI BERFOS

Principali proprietà

INIBIZIONE SCALA
La capacità di piccole quantità di inibitori di calcare di mantenere grandi quantità di scalanti in soluzione è nota come "Effetto Soglia". I prodotti Phosphonates sono efficaci inibitori della scala di soglia. Ciò è dovuto al fatto che i fosfonati vengono adsorbiti sul sito di crescita dello scalatore. Ciò altera il modello di crescita della scala, riducendo la velocità di crescita e distorcendo i cristalli. L'efficacia di inibizione della soglia dei fosfonati di Berfos dipende da condizioni quali il tipo di sclerosi, la composizione dell'acqua, la sovrasaturazione, la temperatura, il pH e il tipo di fosfonato.

SEQUESTRO
Sequestrazione (o chelazione) è la capacità della sostanza di formare un complesso idrosolubile stabile con ioni metallici. L'efficienza del sequestro dipende principalmente dal pH e dalla presenza di altri ioni. Il miglior confronto, tuttavia, può essere effettuato dal cliente in condizioni di utilizzo effettive. Il miglior confronto, tuttavia, può essere fatto dal cliente in condizioni di utilizzo reali.

DISPERSIONE
Deflocculazione o dispersione è il fenomeno che rende più difficile l'agglomerazione di cristalli in crescita e altri particolati. I fosfonati di Berfos hanno questa proprietà e hanno anche l'attributo aggiunto di mantenere tali sistemi in uno stato disperso su esteso a causa dell'eccellente stabilità idrolitica.

CONTROLLO DELLA CORROSIONE
La corrosione si verifica quando il metallo viene attaccato dall'ossigeno in acqua. I fosfonati di Berfos in combinazione con zinco o fosfati e altri inibitori di corrosione sono altamente efficaci nell'inibire la corrosione. L'effetto di queste combinazioni è molto maggiore dell'effetto di qualsiasi componente da solo.

STABILITÀ IDROLITICA
I fosfonati di Berfos sono altamente resistenti all'idrolisi su un ampio intervallo di pH e temperatura. Questo è molto importante per le formulazioni liquide o dove il liquido di processo è a temperature elevate.

STABILITÀ DEL CLORO
Il cloro è un comune ossidante e biocida ampiamente utilizzato in una varietà di applicazioni. Berfos DHS e Berfos L 1000 offrono la massima stabilità del cloro rispetto ad altri fosfonati. Altri fosfonati hanno una stabilità relativamente scarsa rispetto al cloro.

PRODUCT BRAND NAME GENERIC NAME
BERFOS L 100 PBTC Acid
Berfos LN 1004 PBTC Sodium Salt
Berfos DHS HEDP Acid
Berfos DHS HP Etidronic Acid
Berfos DND hedp Sodium Salt Liquid
Berfos DNT pdr HEDP Sodium Salt powder
Berfos DNT gran HEDP Sodium Salt granules
Berfos DNQ HEDP Sodium Salt (4 Na)
Berfos DNQ pdr HEDP Sodium Salt (4 Na) powder
Berfos DNQ gran HEDP Sodium Salt (4 Na) granules
Berfos CL ATMP N - oxide
Berfos VHC ATMP acid
Berfos VNT ATMP Sodium Salt
Berfos TNT EDTM Sodium Salt
Berfos QHC DETMP Acid
Berfos QPC DETMP PN Salt
Berfos QNT DETMP Sodium Salt
Berfos QNT conc DETMP Sodium Salt
Berpol P 9000 PAPEMP Acid
Berpol P 9500 mix phosphonic acids
Berpol PN 9570 mix phosphonic acids
Berpol DTN 940 mix phosphonic acids
Berpol DTN 954 mix phosphonic acids
Berpol RO 95 mix phosphonic acids
Berpol RO 95 D mix phosphonic acids

 


Impegno per l'eccellenza
Proprietà chiave dei polimeri di Berdis

I polimeri di BERDIS hanno proprietà di effetto soglia, distorsione cristallina, dispersione e chelazione. Queste proprietà sono migliorate e ottimizzate per applicazioni specifiche controllandone il peso molecolare e l'uso di monomeri appropriati.

Un’ampia gamma a base di applicazioni assicura che ogni applicazione sia assistita da un polimero allo stato dell'arte che è stato attentamente valutato per offrire i migliori risultati in modo coerente.

L'effetto dei prodotti Berdis è definito come la capacità di una quantità molto piccola di un prodotto di mantenere grandi quantità di scalanti in soluzione. Di conseguenza, i cristalli di calcare si formano lentamente e quando crescono abbastanza grandi da formare un deposito di calcare, vengono lavati via dal sistema.

La dispersione o la de-flocculazione è il fenomeno che rende difficile l'agglomerazione delle particelle. I polimeri di Berdis che sono adsorbiti sulla superficie di una particella, impartiscono un'alta carica negativa a quella particella. Quando due di queste particelle si avvicinano, si respingono reciprocamente.

La distorsione cristallina è esibita da tutti i polimeri BERDIS in misura elevata. I precipitati che si formano in presenza di polimeri del BERDIS sono altamente distorti, soffici e facilmente lavati via dal flusso di acqua in modo tale che i sottratti soggetti a formazione di incrostazioni / incrostazioni siano mantenuti puliti in condizioni estremamente aggressive.

La chelazione è esibita da tutti i polimeri di BERDIS in misura diversa. La natura policarbossilica di questi prodotti è simile a quella dei carbossilati di ammina e questi sono quindi in grado di chelare i sali di durezza.

Stabilità: tutti i polimeri BERDIS hanno un'elevata stabilità idrolitica e termica. Questi sono anche stabili in presenza di forti ossidanti come cloro, perossido di idrogeno, biossido di cloro, ecc. In normali condizioni d'uso e livelli di dosaggio.

APPLICAZIONE DEI POLIMERI DI BERDIS

  • Detergenti
  • Detergenti industriali e istituzionali
  • Trattamento dell'acqua di raffreddamento
  • Trattamento delle acque di caldaia
  • Ceramica e dispersione minerale
  • Ausiliari tessili
  • Prodotti chimici per giacimenti petroliferi
  • Prodotti chimici della cartiera
  • Sugar Mill Antiscalants
  • Osmosi inversa antincrostante
  • Altro...

Enzimi per la Detergenza
Tessile - Concia

Le applicazioni industriali degli enzimi sono molte e per questo motivo essi vengono molto spesso utilizzati nell'industria moderna. Gli enzimi hanno permesso infatti non solo di modificare i processi industriali, ma anche la formulazione e l'utilizzo stesso del prodotto finito da parte del consumatore.

Per esempio l'uso di enzimi efficienti all'interno dei detersivi ha permesso di abbassare la temperatura e le tempistiche di utilizzo delle lavatrici, con un notevole risparmio in termini economici e di inquinamento: oltre a ridurre l'impatto antropico sulle acque, si evita l'uso massimo dei fosfati, il cui accumulo può comportare danni all'ambiente.

Nei detergenti sono presenti enzimi degradativi delle proteine proteasi (BERPROT), amilasi (BERAMIL) e dei grassi lipasi (BERZYM LIP) i quali hanno anche un'azione meno aggressiva nei confronti dei tessuti, al contrario di alcune sostanze chimiche utilizzate in passato. Nel settore tessile invece un'applicazione interessante è quella dell'effetto "consumato" (stone wash) tipico del tessuto dei jeans, ovvero il denim.

In passato si utilizzava la pietra pomice al fine di introdurre abrasioni sul tessuto o schiarire il colore; oggi invece enzimi chiamati cellulasi (BERCEL) sono in grado di compiere la stessa operazione in maniera più veloce e controllata, tanto da introdurre una scala di tonalità a seconda della concentrazione di enzima utilizzato.

Sempre nell'industria tessile, enzimi come catalasi, laccasi e perossidasi permettono l'eliminazione dell'acqua ossigenata e il trattamento dei coloranti nelle fasi di candeggio e tintura. Nel settore conciario, invece, lipasi e proteasi facilitano passaggi di produzione del cuoio e delle pelli come la macerazione e lo sgrassamento. In maniera simile altri enzimi sono stati introdotti nel settore cartiero nelle fasi di sbiancamento e disinchiostramento.

I nostri Partners

Siamo distributori per i seguenti marchi